Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

martedì 4 gennaio 2011

Un lettore chiede preghiere per la sua vocazione


Un gentilissimo lettore del blog desidera abbracciare la vita religiosa, e a tal fine chiede preghiere. Ecco la sua lettera alla quale rispondo volentieri.

Carissimo Cordialiter,
                                     con molta sorpresa sono approdato sul tuo blog dedicato alla Vocazione, con questa stupenda ed efficace polarizzazione sulla vita di particolare consacrazione. Ho 38 anni, scrivo dalla Toscana e (sia per studi, formazione, professione lavorativa, così come per Grazia di Dio) sono inserito nella vita ecclesiale del mio territorio, all’interno della quale mi occupo di diverse cose, con un ruolo eminentemente attivo. Ma da sempre ho convissuto anche con un’altra esigenza forte che nasce in me dalla consapevolezza di essere chiamato a vivere un rapporto di tipo speciale con “Lui”: la vita monastica, in particolare quella [...], alla quale – in un primo tempo – mi sono approcciato attraverso la lettura e la documentazione e - ultimamente – in via diretta con diverse esperienze.

Per mia esperienza personale, dopo aver fatto un po’ di chiarezza su questa chiamata che il Signore mi rivolge e mi fa percepire con sempre maggiore chiarezza e forza, posso dire che è come il colpo di fulmine: Gesù chiama ad amare. O meglio: a fissare con gli occhi dello spirito, con il fisico e con la volontà l’Amore in un istante che rimanga sempre quello. In questa consapevolezza che si fa incontro, dialogo, silenzio, disponibilità a portare la necessità del mondo di essere amato e di amare. Sto cercando di concretizzare questa mia scelta, chiedendo al Signore di accompagnarmi in questo cammino, dando “corpo e sangue” a questa forte intenzione interiore, che è chiamata, che è progetto, che è rapporto di costante abitazione di uno nel cuore dell’Altro.

Non è facile abbandonare tutto, non perché non lo si voglia, ma perché la realtà immanente delle cose ormai avviate, dei lacci che la vita quotidiana mette e impone, sono difficili da districare. Chiedo preghiere per me, affinché la mia vita diventi preghiera per tutti.
Un abbraccio in Cristo.

(lettera firmata)


Carissimo,
                   pregherò volentieri per te, e chiedo ai lettori del blog di fare altrettanto. L'ordine monastico per il quale ti senti attratto conduce una vita molto austera; hai fatto delle esperienze vocazionali presso di loro? In effetti è difficile abbandonare tutto, ma spero che il tuo lavoro ti consenta di metterti in “aspettativa”, poiché non si sa mai nella vita. Io ti vedo ben determinato, e ciò mi sembra incoraggiante, spero dunque che in questo 2011 tu riesca ad abbandonare il mondo e abbracciare la vita religiosa. È bene non aspettare ancora tempo, perché dopo i 40 anni è difficile essere accettati in qualche ordine religioso. Coraggio, vai avanti senza timore!

Ti auguro con tutto il cuore che il Signore possa prenderti alla sua sequela.

Ti saluto fraternamente in Gesù e Maria

Cordialiter

xz3