Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

sabato 3 maggio 2014

Lettera di una postulante

Ripubblico la bellissima testimonianza della vocazione di una ragazza che tempo fa entrò tra le "Figlie del Cuore di Gesù". Mi chiese lei stessa di pubblicarla, ed io accettai molto volentieri nella speranza che anche altre ragazze potessero venire attratte dalla splendida spiritualità della Beata Maria Deluil-Martiny.


Carissimo fratello nel Cuore di Gesù!
                                                               Voglio informarti sul mio cammino e sulla mia entrata nel monastero delle “Figlie del Cuore di Gesù”, congregazione contemplativa, di clausura e di adorazione eucaristica, fondata il 20 giugno 1873 da Madre Maria di Gesù Deluil–Martiny.

Da quasi 10 anni ho una devozione al Sacro Cuore di Gesù e al Cuore di Maria, e come già ti dissi, mi fu mostrato quanto è ferito il Cuore di Gesù. Viene ferito da coloro che gli sono più vicini; le anime a Lui consacrate! Queste ferite del Cuore di Gesù si possono guarire tramite anime “vittime”, anime innamorate di Lui, anime che lo amano e anime dei consacrati che si offrono a Lui, il Re dei Re; il vero “Sposo dell'anima”. La congregazione delle “Figlie del Cuore di Gesù” si dedica alla riparazione, a consolare Gesù e a sanare le ferite del suo Cuore con una vita di contemplazione e di adorazione.

Adorandolo e amandolo, lo consoliamo. Preghiamo molto per le anime, per i sacerdoti e il Santo Padre. Io per anni sentivo la chiamata ad essere tutta di Gesù, consacrata a Lui in una vita contemplativa e dedicata al suo Cuore ferito e alla salvezza delle anime, vita di riparazione, preghiera e adorazione di Gesù e tutta la Santa Trinità nel Santissimo Sacramento dell'altare. Tu mi presentasti la “beata Madre Maria di Gesù Deluil – Martiny” e con lei la congregazione da lei fondata, quella delle “Figlie del Cuore di Gesú”. Questo si chiama provvidenza. Grazie caro fratello Cordialiter. Per la prima volta sentii che esistono dei monasteri di una congregazione religiosa di Monache che si dedicano proprio a volere guarire il Cuore di Gesù che è ferito tramite i peccati, e ferito atrocemente tramite molti suoi cari; i suoi consacrati. Una congregazione dedicata all'adorazione (perpetua) eucaristica e alla riparazione come “anima vittima” (dei Sacri Cuori di Gesù e Maria)!

Sto scrivendo proprio dalle mura di questo monastero. Sì, mi trovo tra le figlie della beata Madre Maria di Gesù e sono molto felice. È una grazia potermi trovare qui, tra anime che amano Gesù e la Chiesa con fervore, anime raccolte e buone. Sono stata accolta con gioia, amore e allegria, con cuore aperto. Sono anime allegre e innamorate di Gesù. Quello che provai quando potetti entrare finalmente nella casa del mio Sposo, è meglio che non lo dico… una gioia infinita. Non ne parlo perché è molto intimo e riguarda solo me e il mio amore e sposo Gesù, e come “perla” preziosa, deve essere custodita. :-)

Mi commuovono le testimonianze d'amore verso Gesù date dal vivo. Per esempio, c'è una monaca che ha un fratello sacerdote e missionario, io l'ho sentita spesso, quando era da sola, a recitare delle preghierine e dire ad alta voce parole d'amore a Gesù, senza sapere di essere ascoltata da me o dalle altre suore. Ciò mi ha molto commosso perché so quanto fa bene a Gesù sentirsi dire che lo amiamo. Questa monaca fa tante scale a piedi nonostante la sua età avanzata, offrendo tutto per i missionari (e per suo fratello), i sacerdoti e tutte le anime bisognose. Che bella testimonianza di amore!

Tutte le sorelle vogliono bene a Gesù, e ognuna a modo suo. Ci sono anche i sacrifici nascosti che nessuno vede, tranne il Signore. I sacrifici d'amore guariscono il cuore ferito di Gesù e rinforzano con ciò la Chiesa che subisce grandi persecuzioni dai suoi nemici. Volevo sempre essere nel Cuore di Gesù come un'infermiera o un medico, per occuparmi delle sue ferite, occuparmi di curare questo Cuore che sanguina, ed ecco come posso farlo: seguendo la chiamata di Gesù, consacrarmi e “riparare” donandomi a Lui come “anima vittima”!

Nel centro della congregazione della beata Maria di Gesù c'è proprio Gesù con il suo Cuore ferito che viene consolato e pian piano guarito… Gesù bisognoso di cure e d'amore. La riparazione e l'adorazione del Santissimo Sacramento sono al centro, con una spiritualità profonda e ricca! Tutto frutto dello Spirito Santo!

Posso solo consigliare a tutti di contattare uno dei monasteri delle “Figlie del Cuore di Gesù” della beata Maria di Gesú Deluil-Martiny e di farsi mandare dei libri o anche un Video DVD che presenta la spiritualità e la vita monastica. Gli scritti di Madre Maria di Gesù alle sue figlie spirituali e il libro dei suoi pensieri sono un tesoro! I buoni esempi di monache innamorate di Gesù, amanti di Dio e della sua Chiesa, mi commuovono tanto e mi spingono a chiedere a Gesù di infiammare anche il mio cuoricino tanto da diventare completamente: “FUOCO D'AMORE” e bruciare d'amore!

La Madre superiora mi ha accolto con cuore materno. È un gioiello, molto dolce e innamorata di Gesù. Ha comprensione per i giovani ed è piena di gioia interiore.

Amo il silenzio e qui viene osservato. Non è un silenzio rigido e duro, ma un silenzio dolce e gentile. Da un silenzio dolce e pieno d'amore vengono molti frutti! Il silenzio che si vive con amore, accarezza e cura Gesù, fruttifica le discussioni importanti, fruttifica le idee e le prediche dei sacerdoti e missionari. Ne sono molto convinta! E chiude la bocca a qualche anima che sta per commettere con la sua bocca un grande torto. Nel silenzio si meditano la Passione di Gesù, e Maria nella Passione di suo Figlio. Accompagniamo spiritualmente Maria fino a quando sale in cielo a riabbracciare suo Figlio.

Mi piace molto che a pranzo vengono lette (da una lettrice) letture spirituali e anche delle prediche del Santo Padre; il Vicario di Cristo a cui ci sentiamo molto unite. Anche sui Martiri veniamo a saper qualcosa, e ciò è una grazia, fa riflettere sul loro modo di “bruciare d'amore” per Gesù, sul loro “amore di vittima”.

In monastero il giorno incomincia con delle preghiere nella propria cella, io per il momento vado a raccogliere i fiori per Gesù, rose che sono nel giardino del monastero. C'è per mezz'ora la meditazione e poi la preghiera delle lodi, segue la Santa Messa e poi Gesù sacramentato viene esposto. Noi postulanti dopo la colazione abbiamo lezione, di “liturgia”, di “usanze”, di “spiritualità”… e anche di “francese”, per poter un giorno leggere gli originali della Fondatrice. Due o tre volte al giorno ognuna di noi ha il turno di adorazione del Santissimo Sacramento. La Santa Messa e l'adorazione di Gesù, sono il cuore della giornata! Essere da soli con lo Sposo dell'anima, guardarlo e adorarlo è un tenero abbraccio dell'Amato...

Come lavoro ho di mantenere pulito l'altare di Dio, anche il tabernacolo, il luogo dove lui riposa, e occuparmi delle candele. “Candele, fate luce a Gesù, bruciamo d'amore per Lui”! Sì, caro Cordialiter, facciamo Luce a Gesù, con le nostre preghiere, le lacrime di Maria e i nostri palpiti del cuore con cui gli diciamo che lo amiamo!

Nonostante il silenzio ci si incontra ogni giorno in comunità anche per parlare e passare del tempo insieme. Ciò avviene nei momenti chiamati “ricreazione”. È bello ascoltare le monache che hanno esperienza di vita spirituale, parlare sullo spirito dell'istituto e sugli scritti e pensieri della fondatrice. Durante la ricreazione si va anche assieme in giardino, si discute, si gioisce, si ricama a mano, ecc.

È bello come comunità amare insieme Gesù, pregare per le anime a noi affidate, il Papa, i sacerdoti e i progetti di Dio. Per il momento non posso dirti di più, mi trovo qui appena da un mese e mezzo: un cielo sulla terra. Ma diventiamo membri della congregazione solo quando cominceremo il noviziato. Spero di poter conoscere presto le regole e le costituzioni di questa congregazione. Amo le “regole”, le amo tanto perché so che mantenendo le “regole sante e religiose”, non solo consoliamo il Cuore di Gesù, ma sosteniamo la santa Chiesa, ed è una via sicura verso il cielo! Non vedo l'ora di poterle conoscere!

Voglio incoraggiare tutte le ragazze che vogliono discernere la loro vocazione, di venirci a trovare per discernere qui, in casa di Gesù mentre Lui è esposto, che vocazione hanno. Possono fare un'esperienza qui nei monasteri delle “Figlie del Cuore di Gesù”. È bellissimo sapere che esistono monasteri con monache che hanno un cuore caldo e pieno di gioia e amore. Monache che prendono Gesù sul serio. Dove Gesù viene molto amato, dove si prega con fervore e si è fedeli a Dio, e dove ci si trova una ricca e profonda spiritualità. Gesù ama molto la fondazione di Madre Maria di Gesù Deluil–Martiny, ciò lo afferma tramite la sua beatificazione proclamata da Papa Giovanni Paolo II il 22 ottobre 1989.

Appena tu mi facesti conoscere questa congregazione, mi informai e studiai tutto quello che potetti trovare sulla e della beata Madre Maria di Gesù. Mi innamorai dei suoi scritti e presi subito il treno per andare a visitare le sue figlie spirituali. Mi trovo adesso in questo Monastero bellissimo, sono con Gesù. Che bella missione si ha: guarire il Cuore di Gesù, unendoci a Cristo nella Santa Messa come ostie, donandoci al Padre come anime vittime per la salvezza delle anime, per i sacerdoti, il Santo Padre e tutta la Santa Chiesa. Ci aggiungiamo a Cristo, ci uniamo a Lui come la goccia d'acqua che il sacerdote versa durante la Santa Messa nel calice del vino. Venite a conoscere questo posto frutto d'amore che è la congregazione della beata Maria di Gesù. Salviamo le anime in ginocchio, pregando e consolando Gesù, curando il suo Cuore ferito, e Lui ci ascolta e salva le anime. Solo Gesù è la fonte di felicità, libertà, vero amore e vita eterna! Amiamolo! Sposiamolo! :-)

Termino con le parole della Fondatrice: “Senza le anime vittime, che uniscono il loro olocausto a quello che Gesù compie sull'altare, il mondo rovinerebbe…” Sì, è proprio così, il mondo si autodistruggerebbe completamente.

“Ai pedi dell'altare, pregando per la Chiesa e per la salvezza delle anime”. Così Gesù regnerà!

In Gesù e Maria, vostra sorella
J H S