Per chiedere informazioni all'autore del blog, oppure per chiedere indirizzi di buoni conventi e monasteri, scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

domenica 7 agosto 2016

Ordo Virginum

Mi ha contattato una consacrata dell'Ordo Virginum, alla quale ho chiesto di scrivere un post per dare maggiori informazioni su questa forma di consacrazione. Ecco cosa mi ha detto. 


L'Ordo virginum è una consacrazione diocesana, nel mondo. La consacrazione ha un Rito proprio, pubblico e solenne ed è presieduto dal vescovo  che non può delegare nessun altro per presiedere il Rito. Il discernimento può durare dai 3 ai 6 anni... ma il tempo può variare. Per la formazione annuale, fatta di incontri, preghiera e momenti conviviali il vescovo può nominare un sacerdote delegato, ma resta lui il responsabile di ogni consacrazione e di ogni consacrata. L'Ordo virginum è la prima forma di consacrazione, ma ha ripreso vitalità con Papa Paolo VI nel 1970. Nel mondo sono tante le consacrate e più di 400 sono in cammino. Essendo una consacrazione nettamente sponsale, la Chiesa chiede che le ragazze che vi si accostino non siano mai state sposate (quindi non possono accedere donne vedove), né che abbiano convissuto. Ogni consacrata ha una Regola personale condivisa col Vescovo (e col Delegato se c'è). Ciò dipende dal fatto che il vero carisma delle consacrate è l'appartenenza a Cristo e non i vari servizi. Non sono suore e non c'è fondatore se non Cristo stesso. La Regola viene stilata dopo aver camminato almeno 2 anni, ma anche qui il tempo può cambiare. In alcune diocesi le consacrate hanno stilato i Lineamenta, altre ci stanno pensando. Ma i vescovi (CEI) hanno pubblicato la Nota che riguarda l'Ordo virginum 2 anni fa, la si trova su internet tranquillamente. Questa è una vocazione che esalta la femminilità e la maternità nei vari compiti in cui si dirama che possono essere semplici: "solo" il lavoro della propria professione, o più complessi come aiuti in parrocchie o in diocesi stessa affiancandosi ai pastori e magari mantenendo il proprio lavoro. Per conoscere meglio l'Ordo virginum è bene incontrare di persona una consacrata della propria diocesi, chiedendo eventualmente al proprio confessore, se ne conosce qualcuna. O ad altri. Il contatto è indispensabile.