Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

giovedì 30 giugno 2016

Fondare una comunità cristiana femminile

Una carissima lettrice del blog di nome Roberta, vorrebbe fondare una comunità cristiana femminile. Pubblico un'intervista che mi ha gentilmente rilasciato.


- Tu sei una counselor. Puoi spiegarci in cosa consiste il tuo lavoro?

Il counselor è un professionista che lavora per il benessere delle persone, aiutandole a superare situazioni di disagio come un lutto o una separazione, uno stato  di solitudine, mancanza di autostima, stress dovuto al lavoro o a una vita molto frenetica, senso di insicurezza davanti a scelte o decisioni importanti, problemi di demotivazione o iperattività. Il counselor, attraverso una serie di colloqui, cerca di individuare le possibili cause di malessere della persona e, allo stesso tempo, va ad individuare o potenziare le sue risorse. Ovviamente i colloqui avvengono nel rispetto del segreto professionale.

- Percepisci una retribuzione per il lavoro che fai?

In realtà chiedo una libera offerta per finanziare il progetto dello sportello di ascolto che è presente a La Spezia, Roma e a Nola in provincia di Napoli. Il lavoro che svolgo è a tutela del benessere della persona ed è finanziato da donazioni da parte di persone che credono in quello che faccio. La scelta di stabilire questa tariffa è stata fatta per agevolare coloro che hanno difficoltà economiche.

- Come mai lavori molto con i religiosi?

Lavorando in opere religiose mi sono resa conto che molti consacrati vivono periodi di crisi vocazionali o di altro tipo e, spesso, ho ricevuto richieste di aiuto da parte loro. A quel punto, seguendo il flusso degli eventi, ho deciso di approfondire e specializzarmi in questo ramo, frequentando un corso di Psicologia Vocazionale presso una Università Pontificia di Roma. Mi tengo, comunque, sempre aggiornata attraverso conferenze e convegni che si svolgono annualmente.

- So che ti piacerebbe dar vita a una comunità cristiana di donne dedite alla vita devota, all'apostolato e ad opere caritative. A mio avviso si tratta di un'idea interessante, ma pensi che possano esserci altre donne interessate a questo progetto?

E' stato sempre un mio desiderio quello di realizzare la mia vocazione di laica impegnata nella Chiesa e mi auguro di trovare un prete o un vescovo che siano interessati a questo progetto. Da parte mia sono disponibile a valutare eventuali proposte. Spero anche di trovare altre persone che, come me, sono interessate a condividere un percorso che ci possa portare alla creazione di una comunità il cui fine ultimo è la maggior gloria di Dio.

- Saresti disposta ad accogliere anche donne che sono state abbandonate dai loro mariti (e quindi risultano essere ancora sposate) oppure vuoi accogliere solo donne nubili?

- Io sono disponibile verso tutte le persone che in modo sincero vogliono realizzarsi e sono disposte a dare qualcosa di sé per il bene comune. Per il resto non faccio alcuna differenza di status perché sento che, a livello profondo, non ha alcuna importanza.

- Ormai è da diversi mesi che siamo in contatto. Hai anche tu l'impressione che tra di noi stia nascendo una bella amicizia spirituale?

- Certo, e sono davvero contenta di questo perché un'amicizia spirituale non è mai scontata e, anzi, è come una perla preziosa da tenere custodita.

- Se una persona interessata alla tua professione di counselor o al tuo progetto di comunità cristiana volesse contattarti, a quale indirizzo di posta elettronica potrebbe scriverti?

Ben volentieri sarò contenta di ricevere le e-mails che mi arriveranno; in questo modo potrò avere l'occasione di conoscere nuove persone e le loro aspirazioni. Come già detto, svolgo la mia attività in diverse città e, quando non è possibile essere presente nel luogo dove mi viene richiesto il servizio, faccio counseling per telefono oppure online tramite skype. Indirizzo e-mail:  interno1452@gmail.com