Per chiedere informazioni all'autore del blog, oppure per chiedere indirizzi di buoni conventi e monasteri, scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

domenica 16 luglio 2017

Vita monastica

Ripubblico il testo di una lettera di una ragazza attratta dalla vita religiosa.

Salve, 
           ti ringrazio per avermi risposto subito e per i tuoi preziosi consigli; [...] ne sono molto sollevata. Perciò credo che non dovrei perdere neanche un momento per esaudire il prima possibile il desiderio di Gesù. Essendo una studentessa (frequento il terzo dei cinque anni di liceo) non so come comportarmi per evitare che nulla della mia vocazione vada perso. Mi sento attratta dalla vita contemplativa della clausura, ma non so se sia veramente questa la mia strada e non vorrei mai scegliere un ordine perché "mi fa più comodo" di un altro. Quindi se potessi darmi dei consigli su come capire a quale ordine il Signore mi chiama, ti sarei molto grata.

Concordo sull'importanza di fare un'esperienza vocazionale in qualche monastero e, potendo, la farei anche subito, ma sinceramente non so come chiederlo ai miei genitori, non avendo mai fatto un ritiro spirituale, e dubito che a quest'età mi lascerebbero andare per più giorni senza farmi altre domande più specifiche.

[…] Potresti informarmi su monasteri di stretta osservanza nella mia zona e darmi dei consigli sui vari ordini, su come contattarli...? Da sola ho paura di cadere nella tentazione di scegliere la comodità e non ciò a cui sono chiamata e non saprei proprio da dove partire. Infine come posso prepararmi interiormente per essere una sposa un po' più degna di Cristo?

Grazie infinite per la disponibilità,

(Lettera firmata)


Carissima sorella in Cristo,
                                               quale ordine religioso scegliere? Non è semplice rispondere, poiché a volte si è indecisi su varie congregazioni osservanti. In genere bisogna ascoltare le proprie inclinazioni. Alcune ragazze sono portate per l'evangelizzazione, altre per la cura dei poveri e degli ammalati, altre ancora per la vita contemplativa nella clausura. Sono rimasto sorpreso nel constatare che molte lettrici che mi hanno contattato sono attratte dalla clausura; si tratta di una scelta forte e radicale adatta solo ad anime ardite desiderose di immolarsi.

A volte la propria attrattiva non corrisponde alla vocazione designata da Dio. La celebre suor Consolata Betrone da giovane si sentiva attratta dagli ordini di vita attiva. Fece tre prove ma andarono male. A quel punto il suo confessore le propose di provare in un ordine di clausura, nel quale riuscì ad entrare e a vivere santamente.

Adesso cosa devi fare? Eccoti alcuni consigli.

Nel tempo libero cerca di fare molta lettura spirituale. È importante che tu legga libri di sicura fede, ad esempio quelli scritti dai santi. Ti raccomando “Storia di un'anima” di Santa Teresa di Lisieux, il “Compendio del Catechismo della Chiesa Cattolica”, “Le Glorie di Maria”, “Riflessioni devote” e “Pratica di amar Gesù Cristo” tutti e tre di Sant'Alfonso Maria de Liguori, e infine “L'imitazione di Cristo” (autore anonimo). Questi libri sono tutti facilmente reperibili, e “Storia di un'anima” e “L'imitazione di Cristo” puoi trovarli anche nella versione audio mp3.

Cerca un direttore spirituale con cui confidarti. Deve essere ricco di dottrina, carità e prudenza, altrimenti c'è pericolo. Purtroppo è difficilissimo trovarne uno davvero adatto a questo scopo.

Santa Teresa di Lisieux quando viveva ancora nel secolo si considerava fidanzata di Gesù (con la professione religiosa divenne sua sposa). Anche tu adesso devi considerarti fidanzata del Redentore Divino e devi comportarti come tale. Pertanto devi disinteressarti di tutte le cose che piacciono tanto ai mondani: discoteca, gossip, divertimenti sfrenati, moda, corteggiamenti, cupidigia per le ricchezze, oroscopi, superstizioni varie e cose di questo genere. “Vanitas vanitatum et omnia vanitas”.

Non permettere a nessuno dei tuoi compagni di classe di prendersi troppa confidenza con te, ad esempio tenendoti mano nella mano, prendendoti a braccetto, e in altri atteggiamenti tipici dei corteggiatori. Io desidero solo che tu faccia la volontà di Dio, e se Lui ti desidera come sua sposa, sarebbe triste se tu donassi il tuo cuore ad una povera creatura umana, anziché al Re del Cielo.

Se possiedi trucchi personali (rossetto, rimmel, smalto per le unghie, ecc.) buttali via nell'immondizia senza che i tuoi familiari se ne accorgano. Una fidanzata di Gesù non ha bisogno di queste cose. Se ti hanno regalato dei vestiti che offendono il pudore e che sono di scandalo al prossimo (minigonne, magliette troppo scollate, ecc.) buttali via nella pattumiera. Nessuna donna dovrebbe indossare questi abiti vergognosi.

Ti incoraggio a perseverare con ardore nel percorso vocazionale che hai intrapreso.

In Corde Matris,

Cordialiter