Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

giovedì 20 luglio 2017

Testimonianza di una ragazza

Ripubblico una testimonianza di una ragazza che tempo fa ha fatto un'esperienza vocazionale presso le Monache Visitandine di Baggiovara (Modena).


Caro D.,
               le scrivo questa e-mail con la volontà di raccontarle la mia esperienza di una settimana nel monastero di Clausura della Visitazione a Baggiovara, sperando che questa storia possa servire a qualcuno. Da quando ho incontrato il Signore, il 21 Novembre 2012, ho cominciato ad interrogarmi circa la Volontà del Padre nostro su di me. Purtroppo all'età di 12 anni, dopo aver ricevuto la Cresima mi sono allontanata da Lui sino ai 27 anni quando Lui ha detto basta alla mia distruzione. Mi sono ritrovata a pezzi con un disordine interiore tale da non essere più in grado fare nulla. Ho lasciato il lavoro e ad un passo dalla laurea, mi mancava solo la tesi di laurea, non riuscivo più a studiare. Il motivo? Vivevo senza di Lui e la mia vita era il Caos totale. Ora piano piano il Signore sta mettendo ordine dentro me e la pace scende dentro me. Solo una volta dentro al Monastero ho scoperto che non era un caso, infatti, che io mi ritrovassi proprio alla Visitazione. Il Signore mi ha spinta proprio in questo monastero per aiutarmi. Sin dal primo momento tutto è stato un esercizio all'Ordine, anche il più piccolo movimento mi richiamava all'ordine, alla “Pratica della Virtù”, così come esponeva la prima stanza in cui fui portata a lavorare mezz'ora dopo il mio arrivo. Ed ho subito fatto un sorriso interiore profondo nel sentire la Sua Opera su di me. Non avevo più dubbi, ero lì non per mia iniziativa ma per Suo volere. E continua ad aprire il mio cuore e toccarmi sorprendentemente quando capisco che tutto questo ordine che tanta pace mi da è il Signore stesso che è ORDINE allo stato massimo. Questo ha inoltre permesso di sentire la mia Unione con Gesù che grazie all'Eucaristia entra dentro di noi per farci come Lui: “Ha posto la Sua Divinità nell'uomo in modo che l'uomo fosse Dio”. Altro dono ricevuto è stato il capire ogni Parola letta o sentita rivolgersi a sé. Il Signore mi ha bombardata con la Sua Parola. Sono tuttora scioccata da quanto sia forte la Sua Presenza tra quelle Sorelle che sono state un ulteriore Dono del Signore per il mio cuore. Sono entrata al monastero con l'unica aspettativa di conoscere meglio il Signore e imparare a pregare. Ho con tanto amore ricevuto questo dal Padre nostro, pronto a consigliarci come lasciarci correggere da Lui e come avere la Vita :«raddrizzate le mani inerti e le ginocchia paralizzate, e fate dritti i sentieri per i vostri piedi». Vengo via conoscendo un po' di più il Signore, avendo imparato a pregare grazie all'esempio delle carissime Sorelle, imparato ad avere fiducia nel Suo intervento e a  custodire la Pace che Dio ci dona con tanto Amore. Per il resto aspetto che il Signore faccia la prossima mossa e resto a Lui unita. Un grazie Speciale al Signore, alla Madre e alle sorelle che hanno fatto tantissimo per me. E che con queste parole, con le quali non riesco ad esprimere ciò che ho provato tanto è Grande, Dio sia benedetto!!!!

(Lettera firmata)


Cara sorella in Cristo, 
                                     dammi pure del tu, lo preferisco.

Ti ringrazio per la testimonianza che mi hai inviato. Penso che leggere le testimonianze sia di incoraggiamento per le lettrici del blog che "simpatizzano" per la vita monastica, e che stanno decidendo di fare un'esperienza vocazionale in un monastero di clausura.

Personalmente apprezzo molto le testimonianze di persone convertite, perché le loro storie mettono in risalto l'infinita misericordia di Dio. Certe persone pensano erroneamente che per abbracciare la vita religiosa sia necessario essere state sempre pie e praticanti come lo furono Santa Teresa d'Avila e Santa Teresa di Lisieux. Invece Gesù buono è libero di prendere come sue spose, chiamandole alla vita consacrata, anche donne che hanno vissuto lontano da Lui per molto tempo.

Ti incoraggio a perseverare nel discernimento vocazionale, nella speranza che il Redentore Divino ti prenda tutta per Sé, facendoti abbracciare la vita consacrata. Un conto è essere sposa di un'umile creatura, altro conto è essere sposa del Re dell'universo.

Rinnovandoti la mia gratitudine, approfitto dell'occasione per porgerti i miei più cordiali e fraterni saluti in Cordibus Jesu et Mariae,

Cordialiter

_____________________________________________________________________________
Le donne che desiderano trascorrere alcuni giorni nel monastero delle Monache Visitandine di Baggiovara (Modena) per fare un'esperienza vocazionale tra le seguaci di San Francesco di Sales (il santo della dolcezza), possono contattare le religiose scrivendo al loro indirizzo di posta elettronica:  monvisit@virgilio.it