Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

mercoledì 14 giugno 2017

Attratta dalla clausura

Tempo fa una giovane lettrice del blog mi ha confidato di sentirsi attrarre dalla vita monastica...

Carissimo fratello,
                                ho continuato a seguire il tuo blog che mi ha arricchito e cambiato giorno per giorno. Cambiata perché ora la clausura non mi fa più paura, anzi mi attrae sempre più. Ricordi, io sono quella che si sentiva attratta dalla vita apostolica nel mondo, ma era solo un modo per nascondere la mia vera chiamata, il luogo a cui sono destinata e da cui sono scappata fino ad ora. Forse volevo solo forzare un'altra vocazione che non mi appartiene anche se mi sarebbe piaciuta. :) Ma se Dio, il mio futuro Sposo, mi vuole in un monastero di clausura, obbedirò senza esitazione. :) Eh sì mio caro fratello, mi sto arrendendo al suo Amore ammettendo la mia fragilità.

Grazie perché Dio ha usato anche te per mostrarmi il suo volere. A presto.

(Lettera firmata)


Cara sorella in Cristo,
                                      è davvero consolante sapere che esistono ancora giovani ragazze così innamorate del Redentore Divino, da sospirare il giorno in cui potranno unirsi a Lui in un monastero. Purtroppo, tante tue coetanee pensano invece a fare carriera, ad avere successo nel luccicante mondo dello spettacolo, ad accumulare beni materiali, a divertirsi in maniera sfrenata in discoteca, ecc.

Noi siamo stati creati per conoscere, amare e servire Dio, in attesa di unirci a Lui in Cielo. Le gioie mondane sono solo vanità delle vanità. Sono contento che il tuo direttore spirituale ha visto in te la chiamata alla vita religiosa, dunque non si tratta di una tua immaginazione. Adesso però devi amare Gesù buono con un amore speciale, devi essergli grata per averti prescelta tra tante altre ragazze migliori di te. Troppo grande sarebbe la tua ingratitudine se non lo amassi con tutto il tuo cuore. E chi altro potresti amare all'infuori di Lui? Non conosco nessun altro uomo che si lascerebbe flagellare, coronare di spine e inchiodare alla croce per dimostrarti il suo amore.

Per vivere "incarcerata" in un monastero di clausura è necessario essere follemente innamorata di Gesù buono, ma se Lui ti sta chiamando alla vita contemplativa ti darà anche gli aiuti spirituali per poterla abbracciare. Fortunatamente nella tua zona ci sono alcuni monasteri di clausura fervorosi, spero che tu possa fare presto un'esperienza vocazionale. Essendo ancora una secolare potrebbero non farti soggiornare all'interno della clausura, tuttavia anche nella foresteria ti sarà possibile assaporare il raccoglimento e la vita devota. Inoltre potrai avere dei lunghi dialoghi spirituali nel parlatorio, anche se sarai divisa dalle suore da una grata. A mio avviso le suore di clausura sono le donne più felici della terra, poi mi dirai se avrai avuto la stessa impressione.

In Cordibus Jesu et Mariae,

Cordialiter