Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

venerdì 10 marzo 2017

Innamorarsi di Dio

Una giovanissima ragazza mi ha scritto una bella lettera che pubblico volentieri...

Caro Cordialiter, è da un paio di mesi che seguo il tuo blog, l'ho trovato su internet mentre cercavo informazioni sugli ordini religiosi. Io, solitamente, detesto stare sul computer, ma il tuo Blog lo seguo volentieri! Perdonami se ti do subito del tu, ma vedi, anche se non ti ho mai scritto è come se ti conoscessi e fossi uno dei miei migliori amici, perché nelle parole che scrivi e nei consigli che dai a tante ragazze che come me amano Gesù tanto da voler divenire sue spose, io sento il Cristo che c'è dentro di me! Scusa se non mi sono presentata, mi chiamo [...], ho 15 anni e vivo a [...]. 


Vedi, io come tante altre prima di me, sento la chiamata di Gesù, egli chiamandomi mi culla e mi accarezza come un padre con la bimba, e mi chiama non a essere madre di famiglia, ma sposa di un grande Signore! Io ho 15 anni ora, ma ho fatto in tempo a fumare, frequentare brutte compagnie, essere volgare nel linguaggio, amare le cose materiali e tante altre pessime cose che ora detesto...

Circa un anno e mezzo fa Gesù ha bussato alla porta del mio cuore, e piano piano io gli ho aperto. Però, le cose non sono semplici, io sono minorenne e i miei genitori non sono ancora abbastanza credenti e non hanno purtroppo la giusta fede in Dio per accogliere con gioia questo dono che Gesù mi ha fatto. Abito in un piccolo paese e non ci sono gruppi di giovani o liturgici. La prima persona con cui mi sono confidata è stato il mio parroco, nel quale riponevo stima e fiducia, ma costui non è la persona più adatta. Gli ho chiesto un giorno perché era diventato sacerdote, magari le sue parole potevano essermi di aiuto, e lui in tutta serietà mi ha risposto: "Perché ho fatto un grande sbaglio". Gli ho chiesto di darmi il titolo di una buona lettura spirituale, presentandogli alcuni titoli che ho trovato sul blog, e lui: "Io non leggo questi libri”, e poi ha aggiunto: "Basta leggere queste cose! Leggiti un bel romanzo!” In quel momento i miei occhi sono diventati lucidi.

[…] Sono in contatto con una Servidoras, sempre grazie al tuo blog. Grazie davvero per tutto ciò che fai! Il tuo Blog e le tue parole sul Signore hanno contribuito non solo ad aumentare la mia fede, ma anche a comprendere la volontà di Dio sulla mia anima! Perdonami se ti ho fatto perdere tempo ma ci tenevo così tanto a scriverti e a dirti che sono felice di sapere che ci sono altre persone che come me lottano per amore di Gesù! Come ti dicevo, Gesù piano piano è entrato nel mio cuore prima come un amico e adesso mi invita ad essere sua sposa! Quello che provo non so come si chiama, io credo sia sbagliato dire che è sentimentalismo, non è qualcosa di morboso o ossessivo, ma qualcosa come quell'amore che si ha tra fratelli, fra madre e figlio! O forse nemmeno, perché l'amore che io sento per Gesù è più grande! Sembra quasi come gli adolescenti quando sono innamorati, la prima settimana di "fidanzamento" sono come un solo cuore e una sola anima, poi invece... Con Gesù anche io sento di essere quasi una sola anima con lui, ma la cosa non persiste solo per una settimana ma è presente in me dal giorno in cui il mio cuore l'ha conosciuto!

Grazie per avermi ascoltato, avevo bisogno di scriverti! Pregherò per te e per tutti i lettori del Blog.

A presto,
(lettera firmata)


Cara sorella in Cristo,
                                        la tua lettera mi è piaciuta molto, poiché mette in luce la grande misericordia di Gesù buono, il nostro amorevole Redentore. Tu eri una persona che viveva mondanamente e offendevi il Signore coi tuoi peccati, ma Egli, nella sua infinita misericordia, ti ha donato la grande grazia della conversione, facendoti capire la bruttezza degli sbagli fatti in precedenza. Chissà quante lacrime di compunzione hai versato nel meditare sull'immenso amore di Dio nei tuoi confronti! Oh, quanto vorrei che tutte le ragazze della tua età comprendessero che lo scopo su questa terra non è quello di diventare ricche, belle e famose, sfrenandosi nei divertimenti mondani! In realtà siamo stati creati per conoscere, amare e servire Dio, nella speranza di salvarci l'anima e andare in Cielo ad amarlo per sempre. Su questa terra siamo solo di passaggio per breve tempo, la nostra vera Patria è il Paradiso, ma dobbiamo impegnarci per meritarlo, evitando di peccare e praticando le virtù cristiane. La nostra vita in questo mondo è solo una prova, cioè dobbiamo dimostrare a Dio di amarlo con tutto il cuore e sopra ogni cosa, osservando i suoi Comandamenti. Purtroppo, tanta gente vive paganamente, attaccando il cuore alle cose materiali che svaniranno nell'ora della morte. Ma Gesù nel Vangelo ci ha ricordato che non giova a nulla guadagnare il mondo intero, se poi si perde l'anima propria. Dobbiamo pensare sempre che tutto è vanità delle vanità, fuorché amare e servire il Signore.

Sono felicissimo di sapere che ardi dal desiderio di divenire sposa di Gesù Cristo. Lui è il miglior sposo che una donna possa avere, poiché è un bene infinito. Gli uomini della terra spesso tradiscono e fanno soffrire le proprie mogli, invece Gesù consola le sue caste spose con delle ineffabili gioie spirituali che valgono molto di più delle false gioie dei mondani. È meraviglioso sentirsi attrarre dalla vita religiosa già a 15 anni, anche Santa Teresa di Lisieux e tante altre sante hanno sentito la chiamata di Gesù in giovanissima età. Questa però è anche un'impegnativa prova d'amore. Infatti, mente una ragazza maggiorenne può tranquillamente abbracciare la vita consacrata anche se i suoi genitori sono contrari, invece una ragazza minorenne deve avere il loro permesso, oppure attendere di compiere i 18 anni. Purtroppo, molte giovani ragazze non hanno saputo perseverare nella vocazione, l'hanno persa, e sono rimaste nel mondo dove hanno condotto una vita poco cristiana. Ecco perché dico che avere la chiamata a 15 anni è una prova d'amore, perché per amore di Gesù bisogna sopportare tanti ostacoli e rimanere fedeli alla vocazione, costi quel che costi. Coloro che rimangono fedeli sino alla consacrazione, dimostrano di amare davvero il Signore con tutto il cuore e sopra ogni altra cosa. Coraggio, combatti come un valoroso soldato per difendere strenuamente la vocazione! In cambio della tua fedeltà, Dio ti ricompenserà abbondantemente, nessuno può superarlo in generosità.

Come tu stessa hai notato, non è facile trovare una buona guida spirituale con cui confidarsi. A volte capita che persino dei preti scoraggino i giovani dall'abbracciare la vita religiosa. Diceva Sant'Alfonso Maria de Liguori che costoro sono stati ordinati senza avere la vocazione o senza sapere che cosa fosse la vocazione. Sant’Agostino addirittura diceva di non aver mai visto degli uomini più perversi e profondamente corrotti di quelli che son diventati cattivi nella vita religiosa. Preghiamo per la loro conversione, c'è tanto bisogno di sacerdoti santi e zelanti.

Sono felicissimo di sapere che sei in contatto con una suora delle Servidoras. Io ho molta stima di queste religiose, apprezzo tantissimo il loro fervore, la loro gioiosa carità fraterna e il loro zelo per la salvezza delle anime.

Spero di esserti stato di qualche utilità, ma rimango a tua disposizione qualora volessi farmi delle domande. Approfitto dell'occasione per porgerti i miei più cordiali saluti in Gesù e Maria,

Cordialiter