Per chiedere informazioni all'autore del blog, oppure per chiedere indirizzi di buoni conventi e monasteri, scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

domenica 15 gennaio 2017

Vocazioni

Un caro lettore interessato al tema delle vocazioni religiose mi ha scritto una lettera alla quale ho risposto volentieri.


Carissimo Cordialiter,
                                     da quando ho scoperto il tuo blog ti leggo quotidianamente e devo dire che gli scritti dei lettori e le tue risposte mi edificano, mi fanno percepire quella gioia delle persone che ti scrivono e che magari stanno ascoltando una chiamata o vi stanno rispondendo: mi riempiono di felicità, quella felicità che tanto mi manca. Se potessi tornare indietro sicuramente mi affiderei solamente nelle Sue mani. Ti scrivo forse desideroso di qualche tuo suggerimento, consiglio, ma in quest’ultimo tempo mi sento sempre più insoddisfatto, insoddisfatto del mondo, di questo mondo e dei suoi legacci verso le cose sempre più materiali che distolgono dalla luce, la vera Luce. Ma ringrazio il Signore del desiderio sempre frequente di potermi abbandonare completamente a Lui, ad un vivere fatto di sola preghiera ed abbandono. […] Ti ringrazio e ti affido nelle mani della Vergine Maria perché stenda il suo manto sulla tua persona e sul tuo apostolato che fai attraverso il blog. Ti abbraccio fraternamente e spero di leggerti. Ciao, saluti,

(lettera firmata)

Caro amico,
                     sono contento che le lettere vocazionali dei lettori siano di tua edificazione spirituale. Hai ragione sono proprio piene di unzione spirituale, ed io le pubblico proprio perché dopo aver beneficato il mio animo possano elevare anche l'animo degli altri lettori, in una sorta di “amicizia spirituale” con cui ci eleviamo l'animo a vicenda, così come esortava San Francesco di Sales nel suo capolavoro ascetico intitolato “Filotea”.

Il tema delle vocazioni è affascinante, infatti colpisce sapere che ci sono persone disposte a rinunciare a tutto pur di donarsi a Dio in qualche ordine religioso di stretta osservanza.

Io amo la Chiesa Cattolica perché è il Corpo Mistico di Cristo, al quale siamo incorporati anche noi grazie al Battesimo. Il mio desiderio è che la Chiesa si espanda maggiormente, ma sono addolorato nel constatare che la maggioranza della popolazione mondiale non fa parte del Corpo Mistico di Cristo, e che anche moltissimi cattolici vivono ormai come se Dio non ci fosse, e come se non dovessero morire mai. Per cambiare la situazione drammatica in cui versa l'umanità è necessario incrementare il numero dei sacerdoti e dei religiosi, i quali devono essere zelanti e innamorati delle anime, altrimenti produrranno poco o nessun frutto di grazia.

Ecco perché nel mio piccolo cerco di propagandare il tema della vocazione religiosa. Dio continua a chiamare i giovani, le vocazioni ci sono ancora, ma molti non se ne accorgono nemmeno poiché sono troppo presi dalle cose materiali e dai divertimenti sfrenati.

Continuiamo a combattere questa battaglia di promozione vocazionale con i nostri poveri mezzi, anche se i nemici della Religione hanno potentissimi mezzi mediatici. È una lotta impari, ma il cristiano è un soldato che non si arrende mai e continua a combattere sino all'ultimo respiro.

Ti saluto fraternamente nel Cuore della Beata Vergine Maria, la Condottiera di tutte le vittorie della Chiesa.

Cordialiter