Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

domenica 9 ottobre 2016

Curare i malati

Tempo fa una lettrice mi ha confidato di voler diventare suora infermiera.

Ciao,
          ho ricevuto la chiamata di Dio, la vera e propria chiamata, l'impulso irrefrenabile a pregare e a cambiare vita QUESTA MATTINA! Nell'infanzia ho avuto già esperienze di questo tipo ma non ne ero ancora abbastanza consapevole. Sono sempre andata a messa, dalla mia prima Comunione, fino ad ora (21 anni). Da 3 anni sono animatrice liturgica nella mia parrocchia ed è come se vivessi tutta la settimana in attesa che arrivi il giorno in cui io possa servire il Signore. Questa mattina ho sentito come un colpo di felicità e amore nel cuore, come se mi si fosse finalmente palesato in mente ciò che sapevo già di voler fare! Ho pianto lacrime di gioia leggendo dell'ordine delle Suore Infermiere dell'Addolorata, e tramite il tuo blog ho reperito il contatto e-mail delle suore per chiederle di iniziare il noviziato. Sono al terzo anno della laurea in infermieristica […]. Attendo con ansia la risposta delle suore sperando che possano accettarmi subito in noviziato perché dopo anni di riflessione ho deciso la mia strada! Era veramente tanto tempo che l'idea mi ronzava in testa ma avevo tanta paura della reazione di amici e parenti. Ora invece so che non riesco più a vivere nell'inganno, non posso più far finta di essere serena in questa vita così confusionale, piena di indifferenza e odio! Voglio dare e vivere l'Amore ma non posso farlo con persone che non hanno avuto la mia stessa fortuna nel capire la Parola di Dio! La mia speranza è quella di poter partire per Como immediatamente PER RESTARCI! In questo modo potrei completare con le mie future sorelle il percorso di studi in una vita ai margini della società, protetta e piena d'amore. Voglio dare, servire gli altri come Nostro Signore Cristo Gesù, senza volere nulla in cambio! Mi fa star bene fare l'infermiera, nei tirocini l'hanno notato tutti, finché lavoro sto bene, quando smetto è una catastrofe! Curare gli altri mi dà forza e mi dà gioia e non potrei nemmeno immaginare qualcosa di meglio se non diventare al più presto una suora infermiera!

Tu conosci le suore infermiere del Valduce? Pensi che mi troverò bene? A solo vedere le loro foto mi è venuto da pensare "ECCO LA MIA VERA FAMIGLIA!" Voglio subito stare con loro! Non posso aspettare di laurearmi perché sarà minimo tra 2 anni ma non riuscirò a studiare bene pensando sempre a pregare quindi potrebbe passare molto più tempo! Dio ti benedica per il tuo lavoro sul blog, è stato bellissimo vedere altre ragazze nella mia stessa condizione.

(Lettera firmata)



Cara sorella in Cristo,
                                      ho letto con grande piacere la tua lettera, apprezzo tantissimo il tuo ardore nel rispondere alla vocazione senza perdere tempo, proprio come consigliavano San Tommaso d'Aquino e Sant'Alfonso Maria de Liguori.

Spero tanto che tu possa abbracciare la vita religiosa tra le “Suore Infermiere dell'Addolorata”, se questa è la volontà di Dio. Hai fatto bene a scrivere alle suore, speriamo che ti rispondano presto.

Penso che dopo aver letto la tua tua e-mail, le suore ti inviteranno a Como per fare un'esperienza vocazionale di una settimana. Quando sarai lì, se ti piacerà la vita religiosa in assistenza ai malati, potrai chiedere di restare ancora una o due settimane per prolungare la tua prima esperienza di vita religiosa. Dopodiché, se sarai convinta che Gesù buono ti sta chiamando proprio in questo istituto, potrai chiedere alle suore di diventare “postulante”.

Quando andrai a Como a fare l'esperienza vocazionale, per prudenza sarebbe meglio non dire ai tuoi parenti ed amici che vuoi farti suora, ma potresti dire che vai lì per fare un ritiro spirituale o per fare volontariato tra gli ammalati. Non si tratta di bugie, perché un'esperienza vocazionale è anche un ritiro spirituale, e inoltre farai davvero volontariato tra gli ammalati. Purtroppo, molti genitori cercano di ostacolare i figli attratti dalla vita religiosa.

Io penso che ti troverai bene tra di loro, sarebbe meraviglioso se tu potessi donare a Gesù buono il resto della tua vita mettendoti al servizio dei fratelli che soffrono.

Ti incoraggio a perseverare nella vocazione religiosa per tutta la vita!

Approfitto dell'occasione per porgerti i miei più cordiali e fraterni saluti in Gesù e Maria,

Cordialiter

________________________________________________

Le donne che si sentono attrarre dal Signore a servire gli ammalati per amore di Gesù Cristo, e desiderano fare un'esperienza vocazionale tra le Suore Infermiere dell'Addolorata, possono scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica: noviziato @ valduce.it (scrivere l'indirizzo tutto attaccato, senza spazi).