Per chiedere informazioni all'autore del blog, oppure per chiedere indirizzi di buoni conventi e monasteri, scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

domenica 27 aprile 2014

Amare la virtù della purezza

Tempo fa una lettrice mi ha scritto pensieri molto belli sulla purezza, e gentilmente ha concesso di farmeli pubblicare sul blog. Credo infatti che possano essere di edificazione anche per altre persone.

Gentile D., ho chiesto oggi al nostro buon Gesù di darti qualcosa di bello dalle ricchezze del suo Cuore e sono certa che lo farà, Lui che è tanto generoso e amorevole. Mi piace pensare a Lui e chiamarlo l'Amante appassionato delle anime come si è descritto Egli stesso nelle rivelazioni a Suor Consolata Ferrero, se non mi sbaglio. Quel Gesù che nel mondo di oggi è tanto povero, poiché molti Lo rifiutano, non comprendono affatto i desideri del suo Cuore, non lo vogliono comprendere. Allora cerchiamo di farlo noi e consoliamoLo con la nostra purezza di corpo e di cuore. Sai, io apprezzo tanto la purezza, la verginità, non per esserne orgogliosa, ma l'amo per Gesù solo, perché così possiamo essere simili a Lui, e anche a Maria, agli Angeli e a molti santi. Ciò è talmente bello e fa sì che io mi possa sentire libera e sopra quel mondo che non capisce la verginità e vorrebbe negarla perfino a Gesù scrivendo e proclamando brutte cose come quelle con santa Maddalena. Beh, il mondo ha il suo linguaggio, noi il nostro. [...].

Sappi che fra una settimana faccio un ritiro spirituale [...].

Stammi bene D.

(lettera firmata)

Carissima in Cristo, è edificante sapere che al giorno d'oggi una ragazza nubile della secolarizzata Europa desidera la castità per amor di Gesù buono. Che posso dirti? Ti ringrazio per la tua coraggiosa testimonianza che pubblico volentieri affinché sia di incoraggiamento per altri giovani non sposati. I mondani considerano le persone caste come pazze, ma noi cattolici dobbiamo ragionare come il Vangelo di Gesù Cristo, il quale esalta coloro che volontariamente rinunciano ai piaceri carnali per ottenere un premio maggiore dopo la morte, quando l'anima in grazia di Dio si staccherà dal corpo e si unirà eternamente con la Santissima Trinità nella Patria del Cielo.

Durante il tuo ritiro spirituale pregherò tanto, nella speranza che al ritorno tu possa darmi una “bella notizia”. Sei assolutamente libera di eleggere lo stato di vita che preferisci, ma io leggendo le tue lettere ormai ho pochi dubbi su quel che Gesù vuole da te. Una volta che avrai compreso la divina volontà, eseguila con prontezza, come i soldati eseguono gli ordini dei superiori. Avanti, march! Puoi star sicura che non te ne pentirai!

Cordialiter

[Aggiornamento: la ragazza che mi scrisse questa lettera di elogio della castità, alcuni mesi dopo è entrata in un monastero di clausura molto fervoroso. Me lo aspettavo che avrebbe abbracciato la vita religiosa].